Istituti in gara per Mad For Science, un laboratorio

webinfo@adnkronos.com

Mancano 2 settimane alla scadenza del termine per presentare la propria candidatura alla seconda edizione nazionale del Mad For Science (www.madforscience.it), rivolto ai licei scientifici di tutta Italia. Ad oggi si sono già iscritti quasi 100 licei scientifici, provenienti da 17 regioni su 20. Per il 13% le candidature provengono dal Piemonte, che già conosce e apprezza questa iniziativa dal 2017, a pari merito con la Lombardia, seguiti dal Lazio con l’11%, dalla Campania con il 10% e dal Veneto con l’8%. Seguono Sicilia, Puglia, Umbria e Emilia Romagna con il 6%, Calabria con il 5%, Toscana e Sardegna con il 4%. Chiudono Marche e Basilicata con il 2%, Abruzzo, Molise e Trentino Alto Adige con l’1%. 

Il termine per la presentazione delle candidature al concorso, promosso da DiaSorin scade il prossimo 18 novembre. I licei in gara concorreranno per aggiudicarsi un premio in denaro da 75mila euro da investire nell’implementazione del laboratorio di scienze del proprio istituto. Il Bando di Concorso 2019/2020 invita gli studenti dei Licei scientifici a ideare cinque esperienze didattiche di laboratorio coerenti con gli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 promossa dall’Onu, e progettarne l’implementazione nel laboratorio scientifico della scuola.  

I temi selezionati in questa edizione di Mad for Science dal titolo 'Mens sana in corpore sano' sono quelli inerenti al tema della fame nel mondo (SDG 2), a quello della salute e del benessere (SDG 3) e alla gestione sostenibile dell’acqua e dei servizi igienico-sanitari (SDG 6). Per accedere alla fase di preselezione ciascun liceo dovrà seguire le istruzioni di candidatura presenti sul sito www.madforscience.it entro il 18 novembre 2019, inviando la propria scheda di progetto con il concept del percorso laboratoriale che si intende sviluppare. Una Commissione di esperti in ambito tecnico-scientifico valuterà le schede di progetto pervenute e selezionerà le 50 candidature migliori entro il 28 novembre 2019. 

I progetti completi dei 50 Licei che accederanno alla seconda fase del concorso dovranno essere inviati entro e non oltre il 3 aprile 2020. Entro il 24 aprile 2020 un Comitato appositamente costituito da DiaSorin selezionerà, a proprio insindacabile giudizio, le 8 proposte progettuali più interessanti. Gli 8 team finalisti presenteranno i loro progetti in occasione della Mad for Science Challenge 2020, che avrà luogo a Torino di fronte a una Giuria composta da professionisti della comunicazione ed esponenti della comunità scientifica, che eleggerà i vincitori. I primi due licei classificati verranno premiati con l’implementazione del biolaboratorio (per un valore massimo rispettivamente di 50.000 e 25.000 euro) e la fornitura dei relativi materiali di consumo (fino a un massimo rispettivamente di 5.000 e 2.500 euro all’anno per 5 anni a partire dall’anno 2019).  

La Giuria, in questa edizione, assegnerà anche il Premio Ambiente al team che - tra gli 8 finalisti - si dimostrerà capace di integrare il concetto di ecosostenibilità e tutela dell’ambiente all’interno di una o più esperienze laboratoriali e dimostrerà il miglior approccio scientifico rivolto all’educazione ambientale. Il premio consiste nell’assegnazione di 10.000 euro per l’acquisto di materiale vario da laboratorio. Le prime tre edizioni del Mad for Science sono state vinte dall’IIS Nicola Pellati (indirizzo liceo scientifico Galileo Galilei) di Nizza Monferrato, dall’Istituto Statale Augusto Monti di Asti e dal Liceo Scientifico Ariosto Spallanzani di Reggio Emilia.