Istituto Gaslini: felici di poter accogliere la piccola Tafida

Fos

Genova, 3 ott. (askanews) - "Siamo felici di poter accogliere Tafida all'ospedale Gaslini. Fin da subito abbiamo offerto la disponibilità di accogliere la piccola Tafida  e la sua famiglia nel nostro ospedale, poiché non sempre, purtroppo, è possibile guarire, ma sempre è doveroso prendersi cura e offrire spazio di accudimento ed accoglienza". Lo afferma Paolo Petralia, direttore generale dell'Istituto Giannina Gaslini di Genova, commentando il via libera da parte dell'Alta Corte britannica al trasferimento della piccola Tafida Raqueeb presso l'ospedale pediatrico italiano.

"Questo tempo che viene offerto a Tafida e alla sua famiglia -sottolinea Petralia- è una condizione di dignità e qualità di vita, che da sempre al Gaslini viene offerta ai bambini di tutte le nazionalità e in tutte le condizioni. E in questo, ancora una volta, portiamo avanti la missione del nostro fondatore, rivolta ai bambini di ogni condizione, di ogni dove e in ogni tempo", conclude il direttore generale dell'Istituto Giannina Gaslini di Genova.