Italexit e ritorno alla lira, il tormentone riparte

webinfo@adnkronos.com

Dopo la Brexit, l'Italexit. Nelle ultime ore sui social in tanti sono tornati a evocare l'uscita dell'Italia dall'eurozona. A dare nuova linfa al vecchio tormentone è soprattutto l'acceso dibattito sul Mes, il fondo salva stati europeo, che ieri ha toccato il suo apice con il duro scontro in Parlamento tra il governo di Giuseppe Conte e l'opposizione guidata da Matteo Salvini e Giorgia Meloni.  

Mes, Conte: "Contro di me accuse gravissime" 

Mes, Salvini a Conte: "Si vergogni" 

Mes, Meloni: "Italia ha tutto da perdere, nessuna ragione per firmare" 

Ed è così che l'hashtag Italexit è diventato di tendenza su twitter, dove non manca nemmeno chi fa il tifo per un ritorno alla cara e vecchia lira. Spopolano le foto delle banconote ormai vintage da 500.000 lire con il volto di Raffaello ("Vederle mi riporta indietro ai tempi felici, quanto vorrei che tornassero nel nostro futuro", scrive qualcuno), così come le improvvisate analisi sul possibile impatto economico-finanziario di un eventuale addio alla moneta unica. Qualcuno invoca un referendum come quello che nel Regno Unito ha visto prevalere il 'Leave', ovvero il sì all'uscita dall'Unione Europea. 

Sull'altro versante, prevale l'ironia. "Finalmente una buona e sensata ragione per scappare dall'Italia. Tenetevi pure le lire. Vado dove pagano in euro!", "Ma poveracci sti sovranisti. Ma volete anche dividerci in guelfi e ghibellini per caso? No così per capire", "Fossi in loro proporrei anche: ripristino S.Inquisizione, muraglia sui confini per difendersi dai barbari, crociate contro eretici e comunisti". E torna anche qui la banconota da 500.000 lire: "Certo, con questa banconota ci compreremo un kg di pane ma vuoi mettere?", "I fenomeni di Italexit vorrebbero tornare alle lire...per comprarsi due cocomeri e un peperone con queste 500mila lire...".