Italgas: Gallo e Dell'Acqua, 'ruolo ambizioso e di primo piano in decarbonizzazione'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 20 apr. (Adnkronos) – E' un "ruolo ambizioso e di primo piano" quello che vuole giocare Italgas nel piano di transizione energetica verso la decarbonizzazione di economia e consumi. Lo hanno sottolineato il presidente di Italgas, Alberto Dell'Acqua, e l'amministratore delegato, Paolo Gallo, parlando agli azionisti durante l'assemblea dei soci, che vede presente il 77,16% del capitale. Nel 2020, "l'anno più difficile", il gruppo ha superato in investimenti "il record che sembrava già elevato nel 2019", ha sottolineato ancora Gallo, parlando dei passi avanti nella digitalizzazione delle reti e delle infrastrutture.

"Il gas naturale, visto anche nella prospettiva dei gas rinnovabili, è una soluzione già disponibile ed economicamente accessibile per ridurre in maniera significativa le emissioni di gas serra, pronta all’uso per sostituire un’ampia famiglia di combustibili fortemente inquinanti, integrando al contempo l’elettricità rinnovabile", hanno sottolineato ancora presidente e ad. "Maggiore sarà la quota di rinnovabili inserite nel sistema elettrico, maggiore sarà la necessità di flessibilità e stoccaggio. E in questo contesto si inseriscono le reti del gas che, per capillarità ed estensione, giocano un ruolo strategico sia come vettori di gas rinnovabili, quali idrogeno, biometano e metano sintetico, sia per lo stoccaggio dell’energia elettrica prodotta in esubero da fonti rinnovabili attraverso la tecnologia Power to Gas".

Nel 2020 Italgas ha installato 1,2 milioni di smart meter, per complessivi 7,49 milioni, che rappresentano ormai circa l’88% del totale del parco contatori. Gli investimenti sono stati 778 milioni, il 5,1% in più rispetto al 2019.