In Italia 34.283 nuovi casi e 753 morti, cala il rapporto test-positivi

·1 minuto per la lettura

AGI - Si conferma in rallentamento la curva epidemica in Italia: mercoledì i nuovi casi sono 34.283 (ieri 32.191), ma con 234.834 tamponi, 26mila più di martedì, tanto che la percentuale positivi-tamponi scende al 14,5% (ieri era al 15,4%). Sempre molto alto il numero dei decessi: 753 contro i 731 di martedì. Le vittime totali sono 47.217.

Segnali incoraggianti invece dai ricoveri: le terapie intensive aumentano di 58 unità, meno della metà rispetto a ieri (+120), e sono 3.670, mentre i ricoveri ordinari salgono di 430 (ieri 538), per un totale di 33.504. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute. 

La regione con più casi è sempre la Lombardia, anche se oggi in calo (+7.633), seguita da Campania (+3.657), Piemonte (+3.281), Veneto (+2.972) e Lazio (+2.866). Le uniche regioni con crescita a due cifre sono Valle d'Aosta (+87) e Molise (+99). Il totale dei casi dall'inizio dell'epidemia sale a 1.272.352.

Boom di guariti nelle 24 ore, al nuovo record di sempre: sono 24.169 (ieri 15.434), per un totale di 481.967. Per questo il numero degli attualmente positivi sale meno di martedì: +9.358 mercoledì contro il +16.026 di 24 prima. I malati attivi in tutto sono 743.168. Di questi, 705.994 sono in isolamento domiciliare.