Italia 5 Stelle: arriva la Raggi, militanti spintonano e insultano giornalisti

(Photo by Ernesto Ruscio/Getty Images)

Giornata di caos a Napoli dove è andata in scena la seconda ed ultima giornata di Italia 5 Stelle, la kermesse alla Mostra d'Oltremare per festeggiare il decennale della nascita del Movimento 5 Stelle.

Nel pomeriggio, all'arrivo della sindaca di Roma Virginia Raggi, ci sono stati degli attimi di tensione tra i militanti pentastellati ed i giornalisti presenti sul posto per intercettare i membri di partito per fargli qualche domanda. Appena arrivata alla kermesse la Raggi, rivolgendosi verso i militanti, ha chiesto qualche istante di attesa per parlare con la stampa, dalla loro però hanno risposto con insulti e spintoni indirizzati ai giornalisti. La situazione poi è precipitata quando Filippo Roma, inviata de Le Iene, ha provato a parlare con la raggi. Insultato per i suoi recenti servizi sui rifiuti a Roma, l'inviato è stato anche malmenato dai presenti.

GUARDA ANCHE - Calore e selfie per il premier Conte a “Italia 5 Stelle”

"E' stato un linciaggio. Volevo intervistare Raggi, manco mi sono avvicinato e mi hanno aggredito dicendomi di tutto, da "Venduto a Berlusconi" a "figlio di...". Poi qualcuno è passato alle mani, una spinta, un cazzotto che mi ha sfiorato, è stato un linciaggio". Queste le parole di Roma, seguite dalle pronte scuse della sindaca capitolina: "Siamo in un clima tranquillo, credo che i militanti abbiano solo voglia di stare con noi e sanno che i giornalisti possono parlarci sempre. Mi spiace molto per quanto accaduto".

L'inviato de Le Iene ha detto poi alla sindaca Raggi che "non è lei che si deve scusare, anzi, era stata anche disponibile per farsi intervistare".