Covid: il tasso di positività sale all'1,7%, ma tutta l'Italia resta in bianco

·1 minuto per la lettura

AGI - Ancora in crescita la curva epidemica in Italia. I nuovi casi regitrati martedì 12 novembre sono 8.516, contro gli 8.569 del giorno precedente, ma con 498.935 tamponi, quasi centomila in meno, tanto che il tasso di positività sale dall'1,4 all'1,7%.

I decessi sono 68 per un totale di 132.686 vittime dall'inizio dell'epidemia. In salita i ricoveri: le terapie intensive sono 23 in più con 47 ingressi del giorno, e balzano a 445, mentre i ricoveri ordinari sono 16 in più (lunedì 11 novembre erano +62), 3.525. È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

La regione con piu' casi odierni è la Lombardia (+1.103), seguita da Lazio (+1.073), Veneto (+1.029), Campania (+869) e Emilia Romagna (+712). I contagi totali in Italia dall'inizio della pandemia sono 4.843.957.

I guariti sono 4.715 per un totale di 4.600.612. Ancora in rialzo il numero degli attualmente positivi, 3.739 in più, che salgono a 110.659. Di questi, sono in isolamento domiciliare 106.289 pazienti.

Le regioni restano bianche

L'Italia resta ancora tutta in bianco, malgrado tutti i parametri Covid siano in netta crescita. Nessuna regione ha superato i tre parametri per la zona gialla, ossia l'occupazione delle aree mediche oltre il 15%, quella delle terapie intensive oltre il 10% e l'incidenza settimanale oltre 50 casi per centomila. Ma tutte, eccetto la Calabria, sono classificate a rischio moderato, con il Friuli Venezia Giulia ad alta probabilità di progressione a rischio alto.

 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli