Italia-Azerbaigian, un partenariato strategico unico nell’Ue

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 21 ott. (askanews) - In occasione del 30simo anniversario del ripristino dell'indipendenza dell'Azerbaigian, presso la Sala Caduti di Nassirya di Piazza Madama a Roma, si è svolta la conferenza stampa: "La Repubblica dell'Azerbaigian a 30 anni dal ripristino dell'indipendenza".

A partecipare come relatori erano presenti il senatore Stefano Lucidi, proponente dell'iniziativa e Presidente del gruppo interparlamentare di amicizia Italia-Azerbaigian; il senatore Vito Petrocelli, Presidente della Commissione Affari Esteri del Senato; l'onorevole Rossana Boldi, Presidente dell'Associazione di amicizia Italia-Azerbaigian e la senatrice Maria Rizzotti, vicepresidente della stessa Associazione, oltre all'ambasciatore azerbaigiano in Italia, Mammad Ahmadzada.

"Oggi per noi è una ricorrenza importante, celebriamo il trentesimo anniversario del ripristino dell'indipendenza dell'Azerbaigian, ma è anche una data molto importante per analizzare tutto il percorso che il Paese ha attraversato durante questi trent'anni": Ahmadzada ha infatti ricordato le difficili condizioni del Paese all'indomani dell'indipendenza del 1991, e come sia il moderno Azerbaigian, multietnico, multiculturale e multiconfessionale.

La riguadagnata stabilità politica nel corso dell'ultimo trentennio ha portato alla crescita economica facendo di Baku una delle principali potenze regionali, con una politica estera particolarmente dinamica. L'Azerbaigian celebra oggi questa importante ricorrenza in una situazione di liberazione dei suoi territori e ripristino della sua integrità territoriale, ha concluso l'ambasciatore.

Un Paese con cui l'Italia ha stretto rapporti, non solo commerciali, di grande importanza, come ha sottolineato Lucidi ad Askanews: "L'Azerbaigian rappresenta un partner fondamentale per l'Italia, essendo il primo Paese col quale abbiano un interscambio commerciale e anche culturale, soprattuto nella zona eurosiatica. Un paese sviluppato ma in grande crescita economica, finanziaria, con grandi risorse, quindi un panorama al quale l'Italia non deve assolutamente mancare e come abbiano già fatto in passato non mancheremo l'appuntamento".

Un rapporto che ha quindi ancora grandi potenzialità di sviluppo in molti settori, come ha concluso Petrocelli: "Italia e Azerbaigian hanno un parteniariato strategico multidimensionale, che come ricordava stasera l'ambasciatore Ahmadzada rappresenta un unicum nelle relazioni fra Azerbaigian e i Paesi dell'Unione Europea. Sono due Paesi complementari che possono produrre ancora tanto sia nelle relazioni commerciali che culturali, economiche e politiche, questo va ricordato".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli