Italia, saldo commercio estero marzo a +5,19 mld, export ancora positivo

·1 minuto per la lettura
La bandiera italiana a Palazzo Chigi a Roma

ROMA (Reuters) - Il saldo della bilancia commerciale italiana segna a marzo un surplus di 5,19 miliardi di euro, rispetto al surplus di 5,701 miliardi di euro nello stesso mese del 2020.

Nel mese in esame l'export ha registrato un aumento del 28,1% su anno e l'import un rialzo del 35,1%.

Il saldo relativo ai soli Paesi Ue ha visto nel mese in osservazione un surplus di 0,384 miliardi di euro dal surplus di 0,628 miliardi di euro nello stesso mese del 2020.

L'export e l'import con i soli Paesi Ue salgono rispettivamente del 32,6% e del 35,2% a livello tendenziale.

L'istituto di statistica segnala che a marzo "prosegue la dinamica congiunturale positiva dell'export, sostenuta dal commercio estero con i paesi sia Ue sia extra Ue. Nel primo trimestre dell'anno, rispetto all'ultimo del 2020, l'aumento dell'export è trainato essenzialmente dalle vendite verso l'area Ue".

Nel confronto con marzo 2020, quando anche il commercio con l'estero iniziò a subire gli effetti dell'emergenza sanitaria, la crescita delle esportazioni "è molto marcata e diffusa a livello settoriale e verso tutti i principali paesi partner. Le vendite di macchinari e metalli forniscono il contributo più ampio (oltre 9 punti percentuali) al forte incremento tendenziale delle esportazioni".

Anche la crescita a livello tendenziale delle importazioni, più marcata di quella dell'export, "interessa in modo generalizzato tutti i settori".

(In redazione Antonella Cinelli, Stefano Bernabei)