Italia: crescita dell’1% nel 2016, perse oltre 194.000 imprese in quattro anni

La crescita italiana nel 2016 è stata la più alta dal 2010, ma resta lenta. Il prodotto interno lordo corretto per effetti di calendario, secondo l’Istat, è aumentato dell’1% lo scorso anno. Un livello ancora inferiore di oltre il 7% rispetto a inizio 2008.

Nel quarto trimestre la crescita congiunturale è stata dello 0,2%, quella tendenziale dell’1%.

Aumentano consumi nazionali e investimenti fissi lordi, mentre il principale traino della ripresa è il settore manifatturiero con una crescita del valore aggiunto di quasi il 5% in due anni.

Ma tra il 2010 e il 2014 il sistema produttivo ha perso oltre 194.000 imprese e quasi 800.000 addetti.

Nel IV trimestre 2016 #Pil +0,2 su trimestre precedente e +1,0% su anno. Variazione acquisita 2017 +0,3% #istat https://t.co/LcFgRIB0Ly pic.twitter.com/U6ljd8tP0W— Istat (@istat_it) 3 mars 2017

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità