Italia divisa in due tra sole e temporali

(Adnkronos) - Italia divisa in due tra temporali sempre più frequenti al Nord e caldo con 37°C al Sud. L’Anticiclone delle Azzorre si espanderà verso la Groenlandia e l’Islanda nel corso dei prossimi giorni: poiché tutto il quadro meteorologico mondiale è strettamente connesso, collegato a ciò che accade sia nelle aree prospicienti sia in quelle lontane, ecco che questo movimento dell’Azzorriano causerà un cambiamento importante anche sul meteo italiano.

Con il tempo stabile tra est Groenlandia ed Islanda, le piogge ed i cicloni si sposteranno verso le Isole Britanniche ed in seguito verso Sud: con la fine di agosto e l’inizio di settembre lo scenario euro-atlantico sarà dominato da un promontorio di alta pressione fino al Circolo Polare, come detto intorno all’Islanda, ed un’area ciclonica che scenderà velocemente dalla Scozia verso il Mediterraneo occidentale.

Un movimento meridiano che sconquasserà il fragile equilibrio simil-estivo presente sul nostro Paese. Questa proiezione a 3/4 giorni avrà bisogno di conferme ma al momento ci sono due scenari principali (il primo molto più probabile): se l’area ciclonica dalla Scozia punterà la Francia allora sono previste piogge sul Centro-Nord italiano per più giorni, da questa sera almeno fino a domenica. Se l’area ciclonica si dirigerà più ad Ovest, verso il Portogallo, avremo il rischio opposto: caldo africano opprimente su più di mezza Italia.

Lorenzo Tedici, meteorologo de iLMeteo.it, conferma intanto che la fine di agosto vedrà comunque un peggioramento sul Nord Italia, con qualche acquazzone in arrivo questa sera tra Liguria e Piemonte poi in estensione domani al resto del settentrione. Giovedì 1 settembre, con l’inizio dell’autunno meteorologico, andrà in scena il suddetto balletto vichingo: anticiclone delle Azzorre verso la Groenlandia e ciclone scozzese con piogge verso l’Italia. Secondo lo scenario più probabile, avremo un peggioramento esteso a gran parte del Centro-Nord con piogge e locali temporali, acque meteoriche preziose contro la siccità ancora imperante sul nostro Paese. In seguito almeno fino a domenica il quadro potrebbe rimanere immutato con un’Italia divisa in due: frequenti acquazzoni al Nord e caldo con massime fino a 37°C al Sud. Il Centro sarà un po’ la terra di nessuno, a tratti piovoso, a tratti caldo e soleggiato. Poi se le prime indiscrezioni verranno confermate, dal 5 settembre il meteo potrebbe tornare ‘democratico’: sole e caldo per tutti in un piacevole ricordo dell’Estate che lentamente se ne va.

Oggi, martedì 30 agosto - Al nord: dalla sera peggiora fortemente dal Nordovest verso il Nordest. Al centro: in prevalenza soleggiato. Al sud: sole prevalente.

Domani, mercoledì 31 agosto - Al nord: instabile su Alpi, Lombardia e Nordest. Al centro: in prevalenza soleggiato. Al sud: soleggiato e più caldo salvo acquazzoni sugli Appennini.

Giovedì 1 settembre - Al nord: instabile su Alpi, Prealpi, Lombardia e Nordest. Al centro: piogge sparse da ovest verso est. Al sud: soleggiato e più caldo salvo rovesci su Basilicata e Puglia.

Tendenza - Aria umida sud-occidentale porterà frequenti rovesci al Nord almeno fino a domenica, caldo africano in Sicilia e Calabria.