Italia e Slovenia caute su riaperture confini a Paesi extra-Ue

Dmo

Roma, 23 giu. (askanews) - Cautela nella riapertura dei confini Ue ai Paesi terzi. E' questa la comune posizione di Italia e Slovenia, espressa dai rispettivi ministri degli Esteri Luigi di Maio e Anze Logar che si sono incontrati oggi alla Farnesina.

"Pur concordando con le ragioni della commissione europea nel raccomandare le riaperture dei confini dal primo luglio, conveniamo che bisogna affrontare questo tema con il massimo della cautela perché serve un criterio condiviso e collettivo per stilare una lista di paesi definiti sicuri", ha detto Di Maio. "La riapertura delle frontiere tra Italia e Slovenia dal 15 giugno sta già avendo un impatto positivo sulle comunità trasfrontaliere, incoraggiamo il governo sloveno a lavorare in modo pragmatico per garantire la piena operatività alle frontiere", ha aggiunto.

"La Slovenia deciderà con molta attenzione sulla riapertura dei confini a paesi terzi, tenendo come priorità la salute dei cittadini e lòe condizioni economiche", ha ribadito dal canto suo Logar.