Italia e Spagna ci riprovano: superare il regolamento di Dublino

Angela Mauro
·Special correspondent on European affairs and political editor
·2 minuto per la lettura
(Photo: Antonio Masiello via Getty Images)
(Photo: Antonio Masiello via Getty Images)

Perso per strada Emmanuel Macron, che sogna una mini-Schengen senza i paesi frontalieri del sud Europa, l’Italia rinsalda l’asse con la Spagna per chiedere il superamento del regolamento di Dublino.

Il vertice intergovernativo italo-spagnolo a Palma di Maiorca, con la partecipazione del premier Giuseppe Conte e 9 ministri del governo italiano, serve anche a lanciare la nuova sfida in vista del Consiglio europeo del 10 e 11 dicembre. Insieme a Grecia e Malta, Roma e Madrid firmano un documento sull’immigrazione inviato al presidente del Consiglio Charles Michel, la presidente della Commissione Ursula von der Leyen e la cancelliera Angela Merkel, presidente di turno dell’Ue. Ma è già chiaro che a dicembre sarà quasi impossibile raggiungere un’intesa: l’Olanda dice no, più vicina all’idea francese di riformare Schengen che a estendere le responsabilità tra gli Stati membri sull’asilo di chi raggiunge le coste meridionali dell’Europa.

“Italia, Grecia, Spagna e Malta apprezzano gli sforzi della commissione Ue sul nuovo Patto sull’Immigrazione. Tuttavia, va affrontato lo squilibrio tra gli elementi di solidarietà e responsabilità per chiarire che una equa condivisione dei confini è un fattore essenziale per una vera politica europea sul sistema di immigrazione e asilo”, si legge nella proposta inviata ai vertici delle istituzioni europee.

“Solidarietà nel quadro dell’immigrazione – dice Conte, in conferenza stampa con il premier spagnolo Pedro Sanchez - mi rendo conto che sembra molto difficile ottenere la convergenza di tutti i paesi europei. Ma anche ottenere una risposta comune sull’economia sembrava impossibile e invece l’abbiamo ottenuta. Pure il trattato di Dublino” sembrava immodificabile e invece ci abbiamo lavorato, abbiamo costretto tutti a misurarsi e ora è stato avviato un percorso&rdq...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.