Italia, fiducia consumatori record a settembre, in lieve calo manifattura

·1 minuto per la lettura
Una bandiera italiana presso Piazza Navona, a Roma

ROMA (Reuters) - Flette leggermente a settembre la fiducia delle imprese manifatturiere italiane ma quella dei consumatori torna ad aumentare raggiungendo il valore più elevato dall'inizio della serie storica, avviata nel gennaio 1998.

Secondo i dati diffusi da Istat questa mattina, nel mese in esame la fiducia dei consumatori si attesta a 119,6 da 116,2 di agosto, contro stime pari a 115,8.

L'indice di fiducia relativo alla manifattura scende a 113,0 da 113,2 (rivisto da 113,4) di agosto, sopra il consensus Reuters a quota 112,6.

Il composito del clima di fiducia delle imprese - che oltre al manifatturiero comprende commercio, costruzioni e servizi - si porta a 113,8 da 114,0 (rivisto da 114,2) del mese precedente.

Riguardo ai consumatori, l'istituto di statistica sottolinea che "tutte le nove serie componenti l'indice di fiducia sono in miglioramento, con esclusione delle attese sulla situazione economica generale e su quella personale".

"L'indice di fiducia delle imprese diminuisce per il secondo mese consecutivo, rimanendo comunque su livelli storicamente elevati".

Pesa la lieve discesa registrata dal settore manifatturiero, "con un contenuto peggioramento dei giudizi sugli ordini e sulla tendenza della produzione e, soprattutto, il commercio al dettaglio, dove tutte le componenti si deteriorano".

Di seguito i dati sulla fiducia delle imprese manifatturiere:

(Antonella Cinelli, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli