Italia, Fmi migliora stime Pil 2021 e 2022, peggiora attese deficit, debito

·1 minuto per la lettura
Una bandiera italiana nei pressi di Palazzo Chigi

MILANO (Reuters) - IL Fondo monetario internazionale ritocca al rialzo la stima per la crescita dell'Italia al 4,3% alla chiusura della consultazione 'Article IV'.

Ad aprile l'organismo con sede a Washington, nel suo World Economic Outlook (Weo) aveva stimato una crescita per il 2021 del 4,2%.

Per il 2022 il Fondo stima una crescita del 4% contro il +3,6% del Weo di aprile.

Le stime sono tuttavia più conservative di quelle del governo italiano che vede per il 2021 un +4,5% e per l'anno prossimo un +4,8%.

Peggiorano invece le previsioni su deficit e debito: il rapporto tra deficit e Pil è visto da Fmi all'11,8% quest'anno, contro l'8,8% del Weo di aprile, e al 6% nel 2022 (5,5% la stima precedente), mentre il debito/Pil è stimato rispettivamente al 159,9% (da 157,1%) e al 157,9% (da 155,5%).

(Gianluca Semeraro, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)