Italia-Francia, Morelle: armonia Draghi-Macron è sospesa ma resta

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 2 mag. (askanews) - "Fra Mario Draghi ed Emmanuel Macron la linea di fondo resta positiva". Così in un'intervista ad askanews Aquilino Morelle, ispettore generale degli affari sociali in Francia. "Vengono tutti e due dallo stesso mondo professionale. Hanno dei riferimenti intellettuali e politici comuni. Hanno visioni dell'Europa molto vicine. E quindi direi che la linea armonica di fondo non è affatto disturbata" spiega, "è un po' sospesa", aggiunge. "Ma questo è perché il momento che noi viviamo è segnato dalla guerra in Ucraina e lo resterà ancora diversi mesi, se non diversi anni".

Morelle non vede "un'accelerazione dell'asse franco-alemanno". "Non abbiamo visto nell'ambito della crisi Ucraina delle iniziative comuni della Francia e della Germania. Vi sono state delle iniziative dell'Unione Europea nel suo insieme decise dal Consiglio europeo, decisioni forti e molto rapide" afferma.

Morelle è testimone privilegiato della politica francese, 'plume' di Lionel Jospin a Matignon dal 1997 al 2002, poi consigliere di François Hollande nella sua salita al potere e all'Eliseo dal 2012 al 2014.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli