In Italia il 39% di frigo e lavatrici dismessi scompare -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 14 ott. (askanews) - La ricerca ha visto la partecipazione di volontari da tutte le Regioni italiane, con numeri che vanno dai 65 Raee ritirati in Lombardia, all'unico rifiuto del Molise. Gli elettrodomestici monitorati sono stati frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavastoviglie e asciugatrici (i cosiddetti "grandi bianchi"), rientranti nei Raggruppamenti R1 e R2.

Nel 2018, secondo i dati del Centro di Coordinamento Raee, i Sistemi Collettivi operanti in Italia hanno raccolto oltre 310mila tonnellate di Raee, pari al 42,8% della media in peso delle nuove apparecchiature elettriche ed elettroniche immesse sul mercato negli ultimi tre anni. L'Unione Europea ha imposto agli Stati Membri un target minimo di raccolta che nel 2019 è passato dal 45% al 65%. L'indagine di Altroconsumo ed Ecodom ha permesso di stimare che, solo per quanto riguarda i Raee dei Raggruppamenti R1ed R2, almeno 44mila tonnellate di Raee non vengono conteggiate perché si disperdono lungo strade che non offrono alcuna garanzia dal punto di vista ambientale. Se fossero inseriti nelle statistiche ufficiali, questi "flussi sommersi" permetterebbero al nostro Paese di raggiungere già oggi un tasso di raccolta pari al 47%, un po' più vicino al target del 65% fissato dall'Europa.

(Segue)