Italia: il mondo politico reagisce alla crisi di governo

E adesso l'Italia si attende una lunga battaglia parlamentare. Dopo aver presentato le sue dimissioni e il rifiuto del presidente Mattarella di accoglierle, il presidente del Consiglio Mario Draghi dovrà cercare sostegno per una mozione di fiducia il prossimo 20 luglio.

L'esecutivo ha ottenuto giovedì il voto favorevole a una mozione di fiducia al Senato quando è stato approvato un nuovo decreto sulle misure anti-crisi. Ma il Movimento 5 Stelle dell'ex premier Giuseppe Conte, esponente chiave del governo di unità nazionale, non ha appoggiato il decreto e Draghi ha ritenuto di doversi dimettere.

I partiti che continuano a sostenere Draghi considerano un errore questa mossa del Movimento 5 Stelle.

Così Antonio Tajani di Forza Italia: "Sono conseguenze imprevedibili, inimmaginabili, provocate da scelte irresponsabili di un partito politico che sta solo danneggiando il popolo italiano".

Aggiunge Enrico Letta, segretario del Pd: "Il governo del premier Mario Draghi governa bene. è un bene che il governo rimanga".

Per la destra però, Draghi non dovrebbe continuare a governare. Dice Giorgia Meloni segretaria di Fratelli d`Italia: "L'Italia è in una tempesta. In una situazione economica e sociale delicata, con la guerra gli alti costi energetici, l'inflazione, non possiamo avere un governo immobile".

L'ampia coalizione di governo che sostiene Draghi è stata pensata per aiutare l'Italia a riprendersi dalla pandemia di coronavirus. Ora, con la guerra che continua e l'inflazione che dilaga, l'Italia potrebbe di nuovo ritrovarsi senza una guida.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli