Italia-Inghilterra, arrivano le ordinanze anti-Covid: "No ai maxi-schermi in piazza"

·2 minuto per la lettura
REUTERS/Guglielmo Mangiapane
REUTERS/Guglielmo Mangiapane

Domenica sera, durante la finalissima degli Europei, in molte città italiane non sarà possibile tifare in piazza. Sono state, infatti, approvate ordinanze che vietano i maxi-schermi. Il motivo: l'aumento della diffusione di contagi da coronavirus dovuta anche alla variante Delta.

LEGGI ANCHE: Euro 2020, niente maxischermo all'Olimpico di Roma per la finale

A invitare alla cautela è stato il ministro della Salute, Roberto Speranza, che ha detto: "Tifiamo Italia ma attenzione, va usata la mascherina in ogni situazione, anche all'aperto, in cui c'è il rischio di assembramenti e di non tenere almeno un metro di distanza". Anche il difensore azzurro Leonardo Bonucci ha lanciato un appello ai tifosi affinché siano prudenti.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Euro 2020, i social si preparano alla finale e impazzano i meme Italia-Inghilterra

LEGGI ANCHE: Finale Euro 2020, Bonucci: "Dopo Italia-Spagna ho visto scene nelle strade che non devono ripetersi"

A Roma il maxi-schermo allo stadio Olimpico, che avrebbe potuto potenzialmente ospitare 16mila tifosi, non ci sarà più. Confermata, invece, la "fan zone" in piazza del Popolo, per un massimo di 2.500 persone. I tifosi provvisti di biglietto elettronico saranno "incanalati" verso la propria postazione per evitare assembramenti. Maxi schermo anche in via dei Fori Imperiali. Per quanto riguarda le restrizioni, è stato disposto il divieto di somministrazione e asporto di bevande alcoliche dalle 7 di domenica alle 12 di lunedì per gli esercizi commerciali del centro adiacenti alla "fan zone".

LEGGI ANCHE: Euro 2020: stadio finale Italia-Inghilterra visto dallo Spazio

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Euro 2020, Mattarella domenica a Wembley per tifare gli azzurri

Niente maxischermo in piazza Duomo a Milano. Tuttavia, anche nel capoluogo lombardo ci saranno diversi maxischermi disseminati per la città in diversi spazi all’aperto gestiti dai locali. A Napoli niente maxischermo in piazza, anche se restano le proiezioni organizzate nei bar e ristoranti. Anche a Bari, in provincia di Chieti, a Venezia, Padova, Trieste, Palermo, Cagliari e Sassari non ci saranno proiezioni in piazza e, in alcuni casi, sono previste ordinanze ad hoc per "salvaguardare la sicurezza dei cittadini nel rispetto delle anti-covid".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli