Italia leader per buone pratiche di economia circolare

·2 minuto per la lettura
Italia leader per buone pratiche di economia circolare
Italia leader per buone pratiche di economia circolare

Roma, 5 nov. – (Adnkronos) – Un punto di convergenza nazionale su iniziative, esperienze, criticità, prospettive e aspettative sull’economia circolare che il sistema Italia promuove e rappresenta in Europa con un’unica voce. Ecomondo Digital Edition, organizzato da Italian Exhibition Group e su piattaforma online sino al 15 novembre prossimo, ha presentato il 'Ruolo della Piattaforma italiana degli attori dell’economia circolare (Icesp) nella diffusione della conoscenza e delle buone pratiche di economia circolare” con un workshop curato dal Comitato Tecnico Scientifico, presieduto dal prof. Fabio Fava, in collaborazione con Enea e Icesp.

"L’iniziativa ci aiuta a mettere a fuoco i colli di bottiglia per mantenere il primato europeo nel campo dell’economia circolare" ha commentato Francesca Giannotti, direzione generale politiche industriali, innovazione e Pmi al Mise. Tra i relatori anche la senatrice Patty L’Abbate, che ha sottolineato il ruolo delle buone pratiche nella discussione al Senato della transizione ecologica nel Next Generation Eu.

E alcune di queste best practice sono state illustrate nel corso dell’incontro. Fernanda Panvini, di Enel, ha citato il piano urbano per la mobilità sostenibile della Città di Milano e le tecnologie di Smart Charging e Vehicle to Grid, che consentono un utilizzo delle batterie delle auto come sistemi di accumulo energetico distribuito.

Filippo Servalli di Radici Group ha illustrato le buone pratiche nel mondo del tessile, abbigliamento e moda, come il riuso dei tessuti, la trasformazione della moquette in materie plastiche, il recupero degli scarti di tappeti e reti da pesca e il riciclo meccanico dei tessuti sintetici basato sul principio dell’ecodesign.

Margherita Galli di FederBeton ha citato la realizzazione di calcestruzzi green nel campo delle costruzioni, Maria Cristina Di Domizio ha raccontato le azioni di ricerca e sviluppo operate dall’associazione Cluster Cian nella filiera agroalimentare e Antonio Protopapa di Corepla ha indicato diverse modalità di recupero e riutilizzo delle plastiche, dall’upcycling del PVC al riciclo del polistirolo.