Italia Nostra Lazio: stop taglio indiscriminato alberi... -2-

Red/cro/Bla

Roma, 31 lug. (askanews) - Gli abbattimenti indiscriminati erano in realtà già iniziati con le precedenti amministrazioni, guidate dal sindaco Mauro Alessandri (ora assessore regionale ai Lavori Pubblici e alla Tutela del Territorio (!) nella giunta Zingaretti), che, tra l'altro, hanno fatto fuori buona parte dei platani monumentali lungo la via Salaria. Ci sono però norme da rispettare per l'abbattimento di alberature storiche, che sono sempre a forte impatto paesaggistico, ma non risulta siano state rispettate nella stesura del progetto di via Serrecchia e neppure nei casi precedenti. In passato, prima dell'invenzione di opinabili criteri sul rapporto tra altezza dell'albero e larghezza della strada, si sono invocate ragioni di sicurezza, o presunte malattie degli alberi.

Ma l'associazione "Centro Storico in Movimento" e il locale gruppo attivo di Italia Nostra, che, per verificare la presenza delle necessarie perizie tecniche sullo stato degli alberi, hanno a più riprese richiesto un accesso agli atti, non sono riusciti finora ad ottenere i risultati di queste perizie. Questo per capire quali siano i criteri di trasparenza a cui si attiene l'amministrazione di Monterotondo. Ma c'è qualcosa di ancor più preoccupante. In risposta ad una richiesta di accesso agli atti del 1/3/2020 su abbattimenti eseguiti dal settembre al febbraio scorsi, l'amministrazione comunale, senza peraltro concedere l'accesso, ha risposto con un documento in cui si fa riferimento ad autorizzazioni ottenute a maggio 2020 e successivamente. A quanto sembra l'amministrazione si procura autorizzazioni post factum, il che, se confermato, costituisce un'illegittimità piuttosto grave, che dovrebbe essere sanzionata.

(Segue)

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.