Italia, Pil trim1 stazionario, plausibile crescita 2021 sopra 4% - Bankitalia

·1 minuto per la lettura
Una bandiera italiana sopra al Palazzo del Quirinale a Roma

ROMA (Reuters) - In Italia la crescita del Pil nei primi tre mesi dell'anno sarebbe rimasta pressoché invariata rispetto al quarto trimestre stabile mentre sono plausibili stime dei principali previsori per un incremento nel 2021 oltre il 4%.

Lo dice Bankitalia nel Bollettino Economico.

A gennaio via Nazionale aveva previsto un recupero del Pil quest'anno del 3,5%.

"Uno scenario di ritorno a una crescita sostenuta e durevole è plausibile, pur se non esente da rischi; presuppone che sia mantenuto il sostegno all'economia e che si dimostrino efficaci gli interventi in corso di introduzione nell'ambito del Pnrr; le prospettive restano soprattutto dipendenti dai progressi della campagna vaccinale e da una favorevole evoluzione dei contagi", dice Bankitalia.

I modelli di Banca d'Italia indicano nei primi tre mesi di quest'anno "sviluppi eterogenei tra settori" economici.

"I servizi avrebbero continuato a risentire dei timori per la diffusione dei contagi e degli effetti delle misure restrittive, mentre sarebbe cresciuta la manifattura".

La produzione industriale, dopo il rialzo di gennaio, è

aumentata dello 0,2% in febbraio. Secondo stime di Bankitalia "sarebbe scesa in marzo, collocandosi su livelli ancora inferiori di quasi il 3% a quelli precedenti lo scoppio della pandemia. Nel complesso del primo trimestre la crescita sarebbe stata poco al di sotto dell'1%".

(Stefano Bernabei, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)