In Italia polemica su Kamala Harris e quella frase sui migranti

·1 minuto per la lettura
featured 1372991
featured 1372991

Roma, 8 giu. (askanews) – Dopo il Guatemala, la vice-presidente Kamala Harris si è recata a Città del Messico, accolta da nuove proteste, per incontrare il presidente Andres Manuel Lopez Obrador (Amlo) e discutere ancora di immigrazione illegale, mentre in Italia scoppia la polemica (divenuta trend topic su Twitter) sulle frasi pronunciate durante la conferenza stampa con il presidente guatemalteco Alejandro Giammattei e quel “non venite, non venite” rivolto ai centroamericani che cercano illegalmente di raggiungere gli Stati Uniti.

“Voglio essere chiara con le persone di questa regione che pensano di fare il viaggio pericoloso al confine tra Stati Uniti e Messico. Non venite, non venite. Gli Stati Uniti continueranno a far rispettare la legge e garantire la sicurezza alla frontiera. Ci sono metodi legali tramite i quali l’immigrazione può e deve avvenire”, ha detto Harris in una conferenza stampa

congiunta con Giammattei.

“Se verrete al nostro confine, verrete respinti”, ha poi ricordato.

Pronta la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha criticato la frase di Kamala, con un post su Facebook, affermando che “il vice Presidente USA e idolo della sinistra Kamala Harris ora parla come Trump”.

Gli ha fatto eco il leader della Lega Matteo Salvini, ironizzando su Harris, che “sarà accusata di ‘sovranismo’, e magari anche un po’ di ‘razzismo’, da ‘intellettuali’ e politici di sinistra nostrani?