Italia, prezzi produzione industria salgono ancora ad aprile - Istat

·1 minuto per la lettura
La facciata di palazzo Chigi illuminata con i colori della bandiera italiana

ROMA (Reuters) - Salgono ancora ad aprile i prezzi alla produzione dell'industria italiana, che registrano una decisa accelerazione su base annua, secondo i dati resi noti oggi da Istat.

I prezzi alla produzione salgono nel mese in esame dell'1,1% congiunturale e del 6,5% tendenziale, rispetto a +0,9% e +2,7% di marzo.

Sul mercato interno il rialzo è rispettivamente dell'1,2% e del 7,9% da +1% e +3% di marzo, ma al netto del comparto energetico gli aumenti risultano dello 0,9% e del 2,9%; sul mercato estero i prezzi salgono dello 0,9% e del 3,1%, da +0,6% e +1,6%.

Nel periodo febbraio-aprile, rispetto al trimestre precedente, i prezzi alla produzione dell'industria sono cresciuti del 2,6%. La dinamica congiunturale è più sostenuta sul mercato interno (+2,9%) rispetto a quello estero (+1,9%).

Istat sottolinea che "a determinare la dinamica su base annua dei prezzi sono principalmente i prodotti energetici che segnano marcati rialzi tendenziali sul mercato interno e nell'area non euro, dovuti al confronto con aprile 2020, quando i prezzi di tali prodotti subirono drastiche diminuzioni. Un contributo alla risalita deriva, inoltre, dai prezzi dei prodotti della metallurgia e prodotti in metallo".

Per quanto riguarda le costruzioni, i prezzi alla produzione ad aprile crescono dello 0,7% su mese e del 2,3% su anno, da -0,1% e +1,8% rispettivamente. I prezzi "registrano aumenti congiunturali di entità simile per edifici e per strade e ferrovie; per entrambi, la crescita tendenziale è in ulteriore accelerazione".

(Antonella Cinelli, in redazione a Roma Valentina Consiglio)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli