Italia, Scope Ratings vede continuità politica economica dopo voto

La bandiera italiana di fronte all'"Altare della Patria" noto anche come "Vittoriano", a Piazza Venezia, nel centro di Roma

di Sara Rossi e Alessia Pe

MILANO (Reuters) - I vincoli imposti dai mercati finanziari e dalla politica interna ed europea limiteranno il margine di manovra di qualsivoglia nuovo governo nel fare retromarcia sulle riforme o nel perseguire una politica economica e di bilancio disinvolta.

E' quanto ha scritto Scope Ratings in un report anticipato a Reuters, in cui si legge che in questo contesto conferma l'attuale rating italiano di 'BBB+' con outlook stabile.

Secondo Scope inoltre, il rapporto debito/Pil italiano dovrebbe restare attorno a 145%-150% nei prossimi anni, circa 15-20 punti percentuali oltre i livelli pre-Covid, con elevate esigenze di finanziamento lorde pari a circa 25%-30% del Pil.

"Il rendimento del Btp a 10 anni già attorno al 4% implica un margine di manovra molto limitato, se non nullo, per il prossimo governo alla luce della debole prospettiva di crescita del Paese nel medio termine", si legge nel rapporto.

(Alessia Pé, Sara Rossi, editing Giselda Vagnoni)