In Italia tanti contagi come un anno fa, ma con meno decessi e ricoveri in intensiva

·1 minuto per la lettura

AGI - Ancora in netta crescita la curva epidemica in Italia, che fa segnare oggi il nuovo record della quarta ondata: 28.632 casi (ieri 26.109).

Mai così tanti quest'anno e bisogna tornare indietro, al novembre del 2020, per avvicinarsi a una cifra simile: il 27 novembre dello scorso anno, infatti, i casi di contagio furono 28.352.

I tamponi processati sono 669.160 con un tasso di positività in rialzo al 4,3% (+0,6%).

I decessi sono 120 (ieri 123) per un totale di 135.421 vittime dall'inizio dell'epidemia.

In aumento anche i ricoveri, con le terapie intensive che salgono di 6 unità (ieri +47) con 70 ingressi del giorno, e arrivano a 923, mentre i ricoveri ordinari sono 182 in più (ieri +29) e sono 7.520 in tutto. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

La regione con più casi resta ancora la Lombardia (+5.590), seguita da Veneto (+5.577, ieri 3.383), Piemonte (+2.510, ieri 2.197), Emilia Romagna (+2.507, ieri 2.077) e Lazio (+2.121). I contagi totali in Italia dall'inizio della pandemia sono 5.336.795.

I guariti sono 14.457 (ieri 13.704) per un totale di 4.869.406. Ancora in rialzo il numero degli attualmente positivi, 14.038 in più (ieri +12.277) che salgono a 331.968. Di questi, sono in isolamento domiciliare 323.525 pazienti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli