Italia-USA, i cambi di Mancini: "A casa Chiellini, Jorginho, Insigne e Florenzi"

In conferenza, Roberto Mancini annuncia: "Dall'Under 21 arriveranno Kean, Acerbi e Mancini; a casa anzitempo Chiellini, Jorginho, Insigne e Florenzi".

Domani il Portogallo, martedì gli Stati Uniti. Un doppio impegno - semi-ufficiale il primo, amichevole il secondo - a cui l' Italia e Roberto Mancini stanno pensando quasi in contemporanea, nonostante la gara di San Siro valga il primo posto momentaneo nel girone A della Nations League e la conseguente speranza di approdare alla Final Four di giugno.


E così, in occasione della consueta conferenza stampa di presentazione del match decisivo contro i portoghesi, il commissario tecnico annuncia le modifiche all'organico già decise in vista dell'amichevole di Genk. Gente che va e gente che viene, gente che arriva e gente che se torna anzitempo a casa, come un moderno porto di mare, perché questo è ancora il tempo degli esperimenti e del dosaggio delle forze.

"Arriveranno Kean e Mancini dall’Under 21, mentre aggregheremo Acerbi al posto di Romagnoli", annuncia Mancini, riferendosi come detto al post-Portogallo, e dunque unicamente alla sfida di martedì contro gli USA. Il difensore del Sassuolo arriverà già questa sera e sarà disponibile da domani, anche se non scenderà in campo a Milano.

Di contro, trovano conferma le voci dei giorni scorsi: qualche big lascerà anzitempo il gruppo. "Domani - svela ancora Mancini - dopo la partita andranno via i giocatori che hanno giocato di più e cioè Chiellini, Jorginho, Insigne e Florenzi ".

Facile immaginare come quella che martedì se la vedrà con gli Stati Uniti sarà un'Italia rivoluzionata rispetto a quella di domani sera. In difesa, a centrocampo e in attacco. Quanto ai quattro che rientreranno anzitempo a casa, tutti potranno tornare a dedicarsi con qualche giorno d'anticipo alle rispettive squadre di club.