Italia-Usa, Mattarella: grande contributo italoamericani a West Coast

Pol

Roma, 19 ott. (askanews) - Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a San Francisco, seconda tappa della visita ufficiale negli Stati Uniti d'America, ha visitato ieri le start - up Kong e Nozomi Networks. Il presidente Mattarella - si legge sul sito internet del Quirinale - si è recato quindi all'Università di Stanford, dove ha partecipato al Forum d'Innovazione Italo-Americano. Nel pomeriggio ha incontrato il Sindaco di San Francisco, London Breed, e la collettività italiana.

"Sentire eseguiti insieme gli inni dell'Italia e degli Stati Uniti è un magnifico momento e per me un'emozione", ha detto Mattarella nell'incontro con la collettività italiana a San Francisco, apprezzata per la sua "presenza operosa", nella città e nello Stato della California.

"La comunità della West coast, in particolare, rappresenta un esempio straordinariamente significativo di come generazioni di italiani e italoamericani abbiano contribuito e contribuiscono efficacemente alla crescita sociale, culturale e economica di questa parte così importante degli Stati Uniti", ha dichiarato il Capo dello Stato, prendendo ad esempio i tre sindaci di origini italiane (Angelo Rossi, Joseph Alioto e George Moscone) e il banchiere di origini liguri, Amadeo Giannini, che finanziò la costruzione del Golden Gate Bridge.

"Nel corso del tempo, San Francisco è divenuta un simbolo di accoglienza e di apertura, furono proprio i francescani a marcare la civiltà della California, i cui stessi nomi, Los Angeles, San Francisco, evocano ancora quel primo intervento nel segno della tolleranza", ha aggiunto.

Il presidente della Repubblica si è soffermato sul "contributo" degli italoamericani per lo "straordinario quadro di crescita culturale, politico-sociale ed economico". Un'opera resa possibile anche grazie ai "nostri scienziati, ricercatori, ingegeneri, informatici e startupper", che "si sono distinti contribuendo in misura straordinaria allo sviluppo della Silicon valley. Tanti giovani che hanno l'opportunità di tessere una rete che può sostenere l'Italia nel saper cogliere sfide fondamentali per il futuro".