In Italia vaccinato contro il Covid il 70% degli over 12

·2 minuto per la lettura
- (Photo: LUCA ZENNAROANSA)
- (Photo: LUCA ZENNAROANSA)

Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale in Italia sono 37.882.252 pari al 70,14% della popolazione over 12. Il dato legge nel report del commissario straordinario per l’emergenza sanitaria aggiornato alle 06.12 di oggi.

Le dosi di vaccino somministrate sono 77.840.987, il 90,4% del totale di quelle consegnate, pari finora a 86.126.058 (nel dettaglio 60.650.706 Pfizer/BioNTech, 11.483.025 Moderna, 12.033.620 Vaxzevria-AstraZeneca e 1.958.707 Janssen).

L’Italia è in linea con i risultati ottenuti in Unione europea. Proprio ieri la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen aveva annunciato che il 70% degli over 12 nei Paesi comunitari è stato immunizzato.

Negli ultimi giorni varie regioni hanno organizzato degli open day, per spingere ulteriormente la campagna vaccinale, che prosegue anche se a ritmo meno serrato rispetto ai mesi scorsi. L’obiettivo, illustrato la settimana scorsa dal commissario straordinario all’emergenza Francesco Paolo Figliuolo, è arrivare all′80% di copertura entro il 30 settembre.

A sottolineare che il 70% può essere anche un buon risultato ma non basta è il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri: “Abbiamo 130mila morti alle spalle e probabilmente 30mila davanti. Non lo dico io ma ho estrapolato i dati dall’Oms e da Kluge. Non è una presa in giro”. Lo ha detto a ‘Morning news’ su Canale5. “Se la vaccinazione dovesse rimanere così, abbiamo circa 4 milioni di persone sopra i 50 anni non vaccinate. Se dovesse esserci una mortalità dell′1%, questi sono i numeri. Questo messaggio tende a dire: vacciniamoci perché ancora non abbiamo finito. La percentuale raggiunta oggi era utile un anno fa, oggi con la variante Delta” non basta, ha aggiunto.

Le persone immunizzate aumentano, ma crescono anche le minacce dei no vax contro chi promuove il vaccino. Da ultimo, ieri otto persone sono state denunciate per le minacce a Matteo Bassetti del San Martino di Genova. Otto persone sono state denunciate. L’ultimo episodio ai danni dell’infettivologo è stato registrato domenica, quando un no vax lo ha inseguito sotto casa. Proprio per questo la procura di Genova valuta anche la contestazione del reato di stalking.

Da oggi, 1 settembre, partono le nuove regole per il green pass. Bisognerà esserne in possesso - e quindi dimostrare di essere vaccinati o di aver fatto un tampone nelle ultime 48 ore - per prendere treni a lunga percorrenza, treni e aerei. Obbligo anche per il personale scolastico - oltre il 90%, secondo gli ultimi dati disponibili, è vaccinato - e dell’Università. E proprio sulla scuola arriva la preoccupazione del vertice dell’associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli. Al Corriere della Sera ha spiegato che sarà molto difficile trovare supplenti, dal momento che la sospensione dei prof scatta dopo 4 giorni di assenza ingiustificata: “Supplenze senza la certezza delle durata non le accetterà nessuno”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli