Italia viva, Bellanova: agricoltura è futuro, affascinare giovani

Gal

Roma, 1 feb. (askanews) - "Buon governo è avere un'idea di sistema paese e di un modello di sviluppo. Siamo fermamente convinti che l'agricoltura sia protagonista, per produrre buon cibo, buon lavoro, curare il paesaggio e per ricucire il territorio". Così la ministra dell'Agricoltura, Teresa Bellanova ha aperto il suo intervento all'assemblea di Italia viva dove è inziato un approfondimento sul tema dell'agricoltura.

"Per fare questo bisogna essere il contrario dei sovranisti: andare dove si decide, in Europa, non a insultare ma a costruire relazioni, è quello che abbiamo fatto, ci stiamo confrontando nei consigli dei ministri - ha spiegato -. Ai dazi rispondere coi dazi è dannoso, dobbiamo sostenere la circolazione delle merci e il riconoscimento qualitativo delle merci. Per avere mercati aperti e prodotti di qualità abbiamo bisogno di persone che anche quando c'è una crisi si rimboccano le maniche e dicono: tocca a noi, ce la dobbiamo fare. Dobbiamo agire anche la leva degli investimenti. Agricoltura non è il passato è il futuro, è cibo, benessere, salute, e dobbiamo portare giovani e donne nell'agricoltura. Dobbiamo affascinare a questo settore ragazzi e ragazze, agricoltura non è ritorno alla zappa è innovazione 4.0, è precisione, significa ripopolare le zone interne, facendo anche i collegamenti. E' un'idea, una visione di sviluppo e per fare questo abbiamo chiamato tre eccellenze, tre persone che quotidianamente si misurano con questa sfida: Alessandro, Alessio e Valentina".

"L'agricoltura che vogliamo costruire con visione riformista non è per chi non ha mestiere o competenze ma attrae grandi professionalità, tecnici", ha aggiunto ricordando che mettendosi a lavoro al ministero "abbiamo trovato 500 milioni di euro di progetti immediatamente cantierabili per il settore idrico per la manutenzione di grandi e piccole opere idriche".