Italia zona rossa, Zaia: "Servono misure a Natale"

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

"Vanno adottate restrizioni". Luca Zaia, governatore del Veneto, si esprime così sulla necessità di varare misure restrittive nel periodo di Natale e fino al 6 gennaio. Tra le misure che vengono discusse nella strategia per arginare la diffusione del coronavirus c'è l'ipotesi relativa al varo di una zona rossa per tutta Italia. Zaia si esprime nel consueto briefing alla protezione civile regionale dopo aver partecipato al confronto tra governo e regioni.

"Dopo la riunione di questa mattina con il governo, ci siamo riaggiornati con questa scaletta: il governo si riunisce, stasera o al massimo domani mattina ci sarà un nuovo incontro tra Regioni e Governo. E io ho chiesto che le misure, in caso, vengano decise stasera o al massimo domani in vista del prossimo weekend. Domani avremo una nuova conferenza Stato-Regioni, per un ultimo incontro e chiudere questa partita", spiega.

"Abbiamo parlato della situazione e di misure restrittive. Se il governo adotterà provvedimenti prima di sabato, bene. Altrimenti ci muoveremo da soli. Il lockdown che conosciamo non ce lo possiamo permettere e lo stesso governo ha utilizzato il sistema a zone per evitare il lockdown. Nella zona rossa si può circolare nel comune, nel lockdown si poteva arrivare a 200 metri da casa", dice. "Queste misure non sono atti di persecuzione, aiutateci a far capire questo", aggiunge rivolgendosi ai cronisti.

"Gli ospedali hanno un punto di tenuta che non si può superare. Abbiamo 587 persone in terapia intensiva in una regione che mediamente ne aveva 200. La Germania rischia di essere l'unica comunità in Europa con le curve appiattite. La Germania non ha adottato una zona rossa, vara un lockdown fino al 10 gennaio: immaginate come arriverà all'appuntamento della vaccinazione", dice Zaia.

"Noi stiamo affrontando la discussione con il governo, definiremo la situazione. Non vogliamo introdurre elementi di confusione per i cittadini, è questione di ore e vedremo qual è la situazione", aggiunge, spiegando che "il lockdown che conosciamo non ce lo possiamo permettere e lo stesso governo ha utilizzato il sistema a zone per evitare il lockdown. Nella zona rossa si può circolare nel comune, nel lockdown si poteva arrivare a 200 metri da casa".