Italia zona rossa, regole per oggi 5 aprile

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

Ultimo giorno di zona rossa in tutta Italia. Oggi 5 aprile, giorno di Pasquetta, restano in vigore sul territorio nazionale tutte le misure più restrittive predisposte per il periodo di Pasqua, per il contenimento del contagio da coronavirus, con divieti e limitazioni su spostamenti, visite ad amici e parenti, seconde case. Da domani si torna alle distinzioni tra zona rossa e arancione per le Regioni, con le rispettive indicazioni a seconda della fascia di colore. Dunque dal 6 aprile la mappa dell'Italia si presenterà così: zona rossa Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana, Val d'Aosta; zona arancione tutte le altre.

Ma oggi cosa si può e non si può fare?

In ogni Regione resta il coprifuoco già in vigore: tra le 22 e le 5, salvo motivi di lavoro, di salute o urgenze, da giustificare con l'autocertificazione.

Ancora oggi sarà consentito una sola volta al giorno spostarsi verso un'altra abitazione privata abitata della stessa Regione, tra le ore 5.00 e le 22.00, a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro.

E' possibile raggiungere le seconde case solo se si è proprietari o se si è stipulato un contratto d'affitto da una data antecedente al 14 gennaio 2021. La casa di destinazione non deve essere abitata da persone non appartenenti al nucleo familiare convivente con l’avente titolo, e vi si può recare unicamente tale nucleo. Occorre però fare attenzione perché molte Regioni hanno posto il divieto di raggiungimento delle seconde case ai non residenti. In Liguria il divieto riguarda anche i residenti.

A Pasquetta, vietate le tradizionali scampagnate e niente pic nic.

L'attività sportiva è consentita secondo le regole della zona rossa: "Esclusivamente nell’ambito del territorio del proprio Comune, dalle 5 alle 22, in forma individuale e all’aperto, mantenendo la distanza interpersonale di due metri".