Italiana violentata e uccisa a Santo Domingo: il corpo nel frigo

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Italiana violentata e uccisa a Santo Domingo: il corpo nel frigo (Photo by Erika SANTELICES / AFP) (Photo by ERIKA SANTELICES/afp/AFP via Getty Images)
Italiana violentata e uccisa a Santo Domingo: il corpo nel frigo (Photo by Erika SANTELICES / AFP) (Photo by ERIKA SANTELICES/afp/AFP via Getty Images)

Una donna italiana originaria di Carpi (Modena) è stata violentata e uccisa a Santo Domingo, dove viveva da una decina d’anni. Il corpo della 59enne è stato ritrovato giovedì all’interno di un frigorifero dove si trovava da almeno tre giorni. La vittima era legata e imbavagliata, mentre la porta del frigo era bloccata con una scala dall’esterno.

Il presunto autore materiale dell’omicidio, reo confesso, sarebbe Antonio Lantigua alias ’El Chino’. L’uomo è già in carcere, dopo aver dichiarato di essere stato assunto da qualcuno per compiere l'omicidio dietro il pagamento di 200mila pesos (equivalente a poco meno di tremila euro).

Secondo le prime ricostruzioni, come riportano Il Resto del Carlino e la stampa dominicana, il movente sarebbe di natura economica. A denunciare la scomparsa della donna sarebbe stata l’amica modenese Ilaria Benati, con cui nel 2009 aveva avviato un bed and breakfast nel paradiso tropicale.

Al centro delle indagini, al momento, c’è proprio la donna modenese insieme a un altro italiano, Jacopo Capasso, immobiliarista sempre in località Bavaro.

GUARDA ANCHE - Lo spot contro la violenza sulle donne