Italiano ucciso in Thailandia, il killer: "Ero geloso"


Mario Ferrari, italiano di 58 anni nato e residente a Cremona, è stato ritrovato privo di vita domenica 20 ottobre a Khon Kaen, nel nordest della Thailandia, durante un breve soggiorno nel paese asiatico.

L'uomo è stato ferito fatalmente alla testa e alla schiena da colpi di arma da fuoco mentre era a bordo del suo scooter. I proiettili sono stati sparati da Suchin Aumkate, uomo thailandese di 41 anni identificato grazie alle telecamere di sicurezza, che secondo gli inquirenti stava pedinando Ferrari premeditandone l'omicidio.


VIDEO - Thailandia, 4 morti in un attacco di ribelli musulmani nel Sud


Il gesto di Aumkate, riferiscono all'Ansa fonti locali, sarebbe motivato da ragioni passionali. Il killer, infatti, dopo essersi costituto poche ore più tardi e aver consegnato la calibro 32 utilizzata per il delitto, ha ammesso di essere stato geloso perché Ferrari frequentava una ragazza thailandese, nonostante fosse arrivato a Khon Kaen da soli pochi giorni.