Itasec21, al via principale conferenza cyber security in Italia

Red
·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 2 apr. (askanews) - Itasec21 ai nastri di partenza: si terrà dal 7 al 9 aprile la quinta edizione della principale conferenza nazionale sulla sicurezza informatica, per la prima volta interamente online.

Approvato il programma finale dell'evento, disponibile sul sito ufficiale www.itasec.it, che comprenderà importanti ospiti e numerose occasioni nelle quali approfondire e dialogare sui principali temi legati al mondo della sicurezza informatica, dalla diplomazia cibernetica fino all'abbattimento delle barriere di genere. All'evento, la cui ultima edizione si è svolta nel 2020 in presenza ad Ancona, parteciperanno nuovamente i rappresentanti delle istituzioni, del mondo accademico e dell'industria, per un confronto unico e trasversale sulle sfide della digitalizzazione e sul ruolo dell'Italia di fronte a esse. Itasec21 è organizzato dal Laboratorio Nazionale di Cybersecurity del CINI (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l'Informatica) e sarà trasmesso gratuitamente in streaming in modo da favorire la più ampia diffusione dei temi trattati. Organizzato in più percorsi paralleli, Itasec21 vedrà avvicendarsi sul palco principale - lo Stakeholder space - gli esperti della diplomazia internazionale, della sicurezza aerospaziale e del panorama europeo della sicurezza informatica, in una serie di eventi che offrono l'opportunità di comprendere il delicato tema della cybersecurity sotto più punti di vista. Nella stessa giornata, l'8 di aprile, interverrà anche la Dottoressa Nunzia Ciardi, direttore della Polizia Postale, con una presentazione sull'impatto del Covid-19 nel campo del cybercrimine. E questo è solo il primo di due giorni di iniziative: il 9 aprile saranno di casa, sul palco di Itasec21, alcuni tra i massimi esperti internazionali del 5G per un incontro sulla sicurezza delle telecomunicazioni (che si terrà in inglese), in una giornata dove si approfondiranno anche i temi del ruolo umano nella sicurezza informatica e delle divisioni di genere nel settore IT, grazie a un evento coordinato dal gruppo di lavoro CyberEquality del Laboratorio nazionale di cybersecurity, nato nel 2020 per individuare e mettere a punto iniziative mirate sul tema. Anche quest'anno Itasec ospiterà uno spazio nel quale fare il punto sul Perimetro nazionale cibernetico, grazie alla presenza del Vice Direttore Generale del Dis (Dipartimento informazioni per la sicurezza della repubblica), Prof. Roberto Baldoni.

"Fermandoci un attimo a rileggere il programma, dopo mesi di inviti, email, riunioni in remoto e confronti, penso si possa dire che Itasec21 sarà un evento particolarmente ricco di incontri e opportunità - ha commentato Paolo Prinetto, direttore del Laboratorio Nazionale di Cybersecurity -. Dalla scelta dei relatori a quella dei workshop e delle presentazioni, abbiamo cercato di costruire un percorso in grado di toccare tutti i temi della digitalizzazione, della quale abbiamo visto nell'ultimo anno un'importante impennata. Anche se purtroppo online, a causa delle restrizioni sanitarie, siamo convinti di poter comunque costruire uno spazio di aggregazione e confronto, che è proprio di Itasec fin dalla sua prima edizione. E siamo certi che chi vorrà seguirci troverà informazioni utili, scenari e conoscenze che potranno aiutare tutti noi a orientarci nel futuro, così indissolubilmente legato al digitale che permea ogni spazio, informatico e fisico".