Ius soli, Calderoli: daremo battaglia e non passerà

Pol/Vlm

Roma, 17 nov. (askanews) - "La Lega farà battaglia in ogni luogo, commissioni e aule, per bloccare lo Ius soli, anche se declinato nella forma soft dello ius culturae. L'ho già fermato nella scorsa legislatura seppellendolo sotto una valanga di emendamenti e sono pronto a rifarlo ora". Lo dichiara Roberto Calderoli (Lega), vicepresidente del Senato.

"Una misura che non serve a niente a chi non ha raggiunto i 18 anni, perché l'unica differenza, tra chi la ha la cittadinanza e chi non ha la ha, in termini di diritti è solo il voto, il diritto elettorale attivo e passivo, per il resto non cambia nulla. A meno che lo Ius culturae poi non voglia essere abbinato all'abbassamento del diritto di voto a 16 anni, per fare in modo di avere qualche centinaia di migliaia di nuovi elettori", aggiunge.

"Il Pd e Zingaretti tornino alla realtà. L'ex Ilva e il comparto dell'acciaio sono a rischio, Venezia è sott'acqua, mezzo Paese è falcidiato da alluvioni e frane, e questi a cosa pensano: a regalare nuove cittadinanze per riequilibrare la situazione elettorale che li vede inevitabilmente sconfitti?", conclude.