Iv, Faraone: non siamo il bonsai del Pd, guardiamo oltre -2-

Pol/Bac

Roma, 26 feb. (askanews) - "Il nostro Paese - dice ancora - ha sempre avuto il limite di considerare di destra e di sinistra cose che non lo erano. Credo che il Jobs Act, l'abolizione dell'articolo 18, il Rei e la Naspi siano riforme del mercato del lavoro e dell'assistenza profondamente innovative e di buonsenso, non di destra. Abbiamo avuto un centrodestra che in anni di governo non ha prodotto nulla, noi abbiamo iniziato ad ammodernare l'Italia. Con Renzi segretario, l'idea riformista era prevalente, ma quando ci siamo ritrovati con Nicola Zingaretti leader eravamo gli unici a difendere quell'ideale. Allora ci siamo detti: non possiamo diluirci in un partito che non ha identità, che per andare dietro ai movimenti - i girotondini, le sardine - per tenere dentro tutto e tutti, non esprime nulla. Potevamo stare lì a fare una corrente, ma abbiamo preferito dire la nostra liberamente. Come sul reddito di cittadinanza: noi vogliamo dare incentivi agli imprenditori affinché assumano lavoratori. Mi sembra una cosa scontata pensare che gli imprenditori non sono nemici. Nella sinistra tradizionale però è una bestemmia", conclude Faraone.