Iv: ritardi Tav rallentano sviluppo, occorre Piano shock

Rea

Roma, 16 giu. (askanews) - "L'allarme della Corte dei Conti Ue sui ritardi della Tav ci ribadisce che temporeggiare su risorse gi stanziate per costruire infrastrutture moderne compatibili con la sostenibilit ambientale rallenta la crescita di un'intera nazione". Lo dichiara Silvia Fregolent, deputata di Italia Viva, a proposito del monito della Corte dei Conti europea sull'iter di realizzazione della Tav.

"Questo successo purtroppo con la Torino - Lione a causa dei ritardi del precedente governo e questo potrebbe succedere con il 'Piano shock' di opere gi finanziate per 196 miliardi di euro che ancora non decolla e che porterebbe all'Italia migliaia di posti di lavoro rilanciando economia, occupazione e sviluppo", conclude.