Iveco: Tajani, 'attivare golden power,no a dipendenza da Pechino'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 31 mar. (Adnkronos) – “La possibile cessione di gran parte di Iveco da parte di Cnh alla società cinese Faw Jiefang pretende chiarimenti immediati. Procedere con una sorta di 'spezzatino' dell’azienda esporrebbe, tra l’altro, l’Italia al pericolo di indebolirsi sul fronte della produzione di veicoli per la Difesa. La stretta interazione tra i due settori, civile e militare, impone di scongiurare una vendita parziale. A questo scopo ho già più volte sollecitato l’Italia ad alzare la guardia sul pericolo di dipendenza da Pechino”. Lo afferma Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia.

“Ancora ieri, con il presidente Berlusconi, ho presentato un’interrogazione alla Commissione europea -ricorda- affinché l’Ue si doti di una struttura in grado di analizzare e scambiare informazioni di tipo economico e industriale. La vicenda Iveco rientra esattamente in questo quadro e per questo auspico l’attivazione della golden power a protezione di interessi strategici del nostro Paese”.