Jack Dorsey: chi è il co-fondatore di Twitter che vale 11,8 miliardi

Jack Dorsey è il co-fondatore di Twitter e uno degli esponenti più originali della Silicon Valley. È nato nel 1976 negli USA, a St. Louis, Missouri. Mago dei computer, programma dall'età di 15 anni e ama i concerti punk rock. A 30 anni crea il social Twitter con l'aiuto di altri tre geeks a San Francisco. L'idea di fondo: ogni utente può postare in tempo reale messaggi pubblici, con un limite di 140 caratteri. Nonostante l'incredibile successo di Twitter, Jack Dorsey perde la carica di CEO nel 2008. È criticato per la cattiva gestione delle difficoltà tecniche e perché lascia presto l'ufficio per seguire lezioni di yoga e moda. In seguito crea Square, start-up specializzata in pagamenti via smartphone. Nel 2015 viene riassunto come CEO di Twitter, a due anni dalla sua quotazione in borsa (il che lo rende miliardario). Nonostante sia un fenomeno del web, ha abbandonato l'università due volte e ha solo una diploma di... massaggiatore. Il suo look, il suo amore per la sauna e il fare un solo pasto al giorno sono altre particolarità per cui fa parlare di sé. Nel 2021 ha venduto il suo primo tweet per 2,9 milioni di dollari: sto configurando il mio twitter. È stato anche convocato due volte dal congresso degli USA per parlare del controllo dei contenuti online. Alla fine del 2021 si è dimesso da Twitter, che all'epoca contava oltre 300 milioni di utenti attivi. Ora Jack Dorsey si dedica alla sua nuova passione: le criptovalute. Secondo Forbes, la sua fortuna ammonta a 11,8 miliardi di dollari.