Jack Ma ha donato 13 milioni di euro per trovare un vaccino contro il virus cinese

Eugenio Buzzetti

Jack Ma, il fondatore del gigante dell'e-commerce Alibaba, ha donato 100 milioni di yuan (poco più di 13 milioni di euro) tramite la fondazione che porta il suo nome alla ricerca e allo sviluppo del vaccino contro il nuovo coronavirus.

"Sappiamo che gli scienziati sono in corsa contro il tempo e non sarà un compito facile, dalla ricerca del vaccino alla produzione su larga scala e all'uso", ha detto Jack Ma in una nota citata dall'agenzia Xinhua.

Alibaba ha anche dato libero accesso alle proprie tecnologie di intelligenza artificiale che possono servire per lo sviluppo dei vaccini e delle medicine contro il nuovo coronavirus agli istituti pubblici.

Nell'impegno contro l'epidemia, il gruppo fondato da Jack Ma ha già creato un fondo da un miliardo di yuan (130 milioni di euro) per fornire di materiale sanitario e un fondo da 500 mila yuan (65 mila euro) per l'assicurazione al personale sanitario che combatte in prima linea contro il virus.