Jackpot da capogiro

webinfo@adnkronos.com

Quello di stasera sarà il jackpot più alto di sempre in Italia: il SuperEnalotto ha in palio 201,4 milioni di euro. La prossima estrazione sarà stasera. Il premio ha superato la vincita di Vibo Valencia del 27 ottobre 2016, con i 163,5 milioni di euro vinti con una schedina di 3 euro, raggiungendo la seconda posizione tra le vincite più alte nella storia del SuperEnalotto. 

In aumento dallo scorso 23 giugno, il jackpot sta anche concorrendo per conquistare il primato assoluto ha già superato il più famoso d'Italia di oltre 177,7 milioni di euro. Nella storia, tra i montepremi più alti di sempre, c'è quello del 30 ottobre 2010 a Sperlonga (177.729.043,16 euro) il più recente del 27 ottobre 2010 a Vibo Valentia (163.538.707,00 euro), la vincita del 22 agosto 2009 a Bagnone (147.807.299,08 euro) e quella del 9 febbraio 2010 a Parma e Pistoia di 139.022.314,64 euro. 

In caso di vincita, intanto occorre ricordare che... 

- La ricevuta di gioco è un titolo al portatore. Chiunque sia in possesso del titolo e si presenti per la riscossione, è considerato il vincitore. 

- L'originale della ricevuta di gioco, ovvero l'attestazione cartacea della giocata, costituisce l'unico titolo di legittimazione per la riscossione della vincita. La stessa deve essere presentata integra e leggibile in ogni sua parte. 

- I documenti da esibire per l'incasso all'Ufficio Premi Sisal sono la carta d'Identità, il codice fiscale e la ricevuta della giocata vincente. 

- Il fortunato vincitore può presentarsi da solo per l'incasso all'Ufficio Premi Sisal, senza accompagnatori, amici, notai o rappresentanti della banca dove farà accreditare il bonifico. 

- Da non dimenticare il codice Iban per l'accredito della somma. In nessun caso e in nessun momento l'Ufficio Premi Sisal consegnerà denaro in contanti. 

- La riscossione della vincita deve avvenire entro il 90° giorno successivo alla pubblicazione del Bollettino Ufficiale. 

- Il pagamento della vincita avverrà entro il 91° giorno solare dal giorno successivo alla pubblicazione del Bollettino Ufficiale, per le vincite superiori a euro 1.000.000 euro.