Jaguar, la E-Type torna al cinema al fianco di Diabolik

·2 minuto per la lettura

Ammirata da subito, da quando nel marzo 1961, fece il suo debutto mondiale al Salone di Ginevra, la Jaguar E-type è sempre stata un mito, con linee entrate subito nell'immaginario collettivo, e che ne hanno fatto - secondo Enzo Ferrari, che se ne intendeva - “l’auto più bella mai costruita”. Prodotta dal 1961 al 1975, 70.000 auto vendute in 14 anni, la E-type è stata considerata un’opera d’arte, esposta al Museo MOMA di New York e, ancora oggi, è la più ambita tra i collezionisti.

Ma per gli italiani la E-type è la macchina di Diabolik: da sempre legata a questo personaggio leggenda, il celebre Re del Terrore che ha fatto la storia del fumetto grazie alla sofisticata penna delle Sorelle Giussani. E quindi non poteva mancare nella pellicola appena uscita, in cui fumetto prende vita in un film, diretto dai Manetti bros., con protagonisti Luca Marinelli, nei panni del temibile criminale, Miriam Leone a interpretare Eva Kant, Valerio Mastandrea nei panni dell’ispettore Ginko e la Jaguar E-type nel ruolo di immancabile alleata.

E se quest’anno, a 60 anni da anni dal suo debutto, Jaguar ha celebrato l’anniversario, anche con una speciale edizione limitata, la E-type 60 Collection, in Italia la casa automobilistica ha scelto di essere partner del film per esaltare un patrimonio di Heritage che è molto importante nel settore premium e di lusso.

Per rappresentare questo emozionante viaggio a cavallo dei tempi, è nato, proprio legato alla pellicola in uscita nelle sale, il corto #Jaguarevolution - disponibile online e girato direttamente sul set del film dei Manetti Bros. Per rafforzare questa celebrazione dei 60 anni della Jaguar E-type, il cortometraggio, insieme ad un’inedita mostra fotografica dedicata a Diabolik, viene proiettato all’interno dello Chalet de l’Ange a Courmayeur, cuore pulsante delle attivazioni invernali della Casa britannica. Proprio Courmayeur, infatti, è protagonista di alcune sequenze avvincenti del film.

Commentando la partnership Marco Santucci, Chief Executive Officer Jaguar Land Rover Italia, osserva come "l'uscita del film Diabolik, ammirando l’immutato fascino nel tempo della E-type, è stata la piacevole occasione per confermare le straordinarie radici del nostro brand".

"In Jaguar, amiamo dire che ogni mito ha un’origine ed un’evoluzione e, dal film, -prosegue Marco Santucci- si capisce come la gloriosa tradizione di Jaguar rappresenti un valore importante, ma senza condizionamenti, da cui nascono i nuovi prodotti straordinariamente innovativi, come la full-electric Jaguar I-Pace, fiore all’occhiello della strategia sostenibile del brand”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli