Jane Fonda manifesta a Washington sul clima: arrestata

jane fonda

Jane Fonda è stata arrestata dalle forze dell’ordine. L’attrice è stata messa in manette e portata via con altre 16 persone, che stavano manifestando vicino al Congresso a Washington per spingerlo a un’azione contro il cambiamento climatico. Secondo quanto è stato riportato su ABC News, pochi minuti prima Fonda aveva parlato ai manifestanti. Secondo lei, il clima è una “crisi collettiva che ha bisogno di una risposta collettiva”.

L’arresto di Jane Fonda

Jane Fonda ha partecipato a una protesta sul clima vicino al Congresso nella capitale degli Stati Uniti, Washington. L’attrice, che ha vinto il premio Oscar per Una squillo per l’ispettore Klute e per Tornando a casa, è stata arrestata insieme ad altri 16 persone che stavano manifestando per la stessa causa. La Fonda è stata messa in manette per prima. In quel momento aveva addosso un lungo cappotto rosso e portava alto sopra la testa un cartello con la scritta “Vote, speak, act” (Vota, parla, agisci). Prima di prendere parte alla protesta, Jane aveva pubblicato un piccolo video sul suo sito. Nelle immagini l’attrice ha voluto spiegare i motivi che l’hanno spinta a schierarsi con i giovani contro il cambiamento climatico, dopo essere stata ispirata dal movimento di Greta Thunberg: “Dobbiamo comportarci come se la nostra casa fosse in fiamme…. perché lo è! Questa è una crisi urgente, grave, e i giovani ci chiedono aiuto. E io sarò al loro fianco ogni venerdì per i prossimi quattro mesi alle undici del mattino sulle scale del Campidoglio!”.