Javier Bardem in campo all'Onu per proteggere gli Oceani

Roma, 20 ago. (askanews) - Javier Bardem in campo all'Onu per proteggere gli Oceani. L'attore spagnolo ha preso parte ad un incontro al Palazzo di Vetro in occasione della trattativa sul Global Ocean Treaty, che potrebbe aiutare a proteggere il 30% degli oceani del mondo entro il 2030.

"A livello personale, è la prima volta che mi trovo qui all'Onu a discutere di queste questioni, ma vedo troppe sedie vuote, il che mi preoccupa molto. E' solo un'osservazione personale, perché ciò di cui stiamo parlando qui è cruciale, cruciale, non è solo qualcosa che consideriamo importante, ma è cruciale".

"Il mondo ci sta guardando mentre voi negoziate questo trattato e questa volta non possiamo, non possiamo permetterci di sbagliare. Sono venuto qui per fare la mia parte e vi sto umilmente chiedendo di fare la vostra, impegnandovi in un trattato forte di cui possiamo essere orgogliosi. Un trattato che può effettivamente creare rifugi sicuri per la vita marina".

"Faccio film, non ho fatto alcun film catastrofico, come il crollo del mondo oppure... non mi hanno ancora chiamato. Sono libero, eh, se c'è un produttore, pagano anche bene per fare quelle cose.

Ma questa è una storia vera, non è un film, e siamo tutti protagonisti e temo che non ci sia Dwayne Johnson a salvarci, se non facciamo qualcosa di molto importante, come creare questo trattato sull'oceano in modo che ogni paese sappia come comportarsi per proteggere almeno il 30% dell'oceano".

"Sono stato in alcuni luoghi quest'anno e la plastica galleggiava ovunque, questo è un dato di fatto, nessuno lo sta inventando. Quindi è importante che ci riuniamo tutti insieme per capire che questo è per tutti noi. Tutti avremmo benefici da una convenzione sul clima o da un trattato sull'oceano".