Javier Cercas apre “Letterature”, Festival internazionale di Roma

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 giu. (askanews) - Torna "Letterature - Festival Internazionale di Roma", storica manifestazione della Capitale nell'ambito dell'Estate Romana 2022. Lo Stadio Palatino, all'interno del Parco Archeologico del Colosseo, sarà di nuovo lo straordinario scenario di Letterature Festival, con un format di cinque serate: 12, 14, 18, 19 e 21 luglio. Il tema di questa ventunesima edizione è fortemente legato al racconto del contemporaneo. Declinato da artisti e ospiti di fama internazionale, "Tempo nostro" è uno sguardo al presente con occhi nuovi, è il desiderio di proiettarci verso il futuro con un cambio di prospettiva. Nell'anno del centenario della morte di Marcel Proust, Tempo nostro vuole essere un omaggio all'autore, ma anche un invito a riappropriarci di ciò che abbiamo perduto. Il programma delle serate prevede letture di inediti e performance artistiche, in un dialogo tra le diverse arti espressive, nel quale gli autori proporranno nuove chiavi di lettura, confermando ancora una volta il legame tra letteratura e vita. Cinque serate così declinate: Relazioni, Identità, Futuro, Confini, Tempo. La prima serata martedì 12 luglio è inaugurata dallo scrittore spagnolo pluripremiato Javier Cercas, seguito dal tre volte finalista al Booker Prize Andrew O'Hagan, dalla vincitrice del Premio per l'Unione europea per la letteratura Emmanuelle Pagano e dal vincitore del Premio Strega 2022. La performance artistica è affidata a Michela Lucenti/balletto civile con Fratelli, liberamente ispirato alle meravigliose "Fantasie" di Henry Purcell, e alla musica live di Raffaele Rebaudengo (gnu quartett). La seconda serata, giovedì 14 luglio, è aperta dalle poesie di Dacia Maraini e dall'inedito del due volte vincitore del Premio Pulitzer Colson Whitehead, seguito dalla scrittrice canadese Rivka Galchen e da Katie Kitamura, finalista al National Book Award 2021. La performance artistica è affidata a Salvo Lombardo+Daria Greco /Chiasma con bit by bit e alla musica live di Erika Galli. La terza serata, lunedì 18 luglio, è dedicata all'anniversario della morte di Marcel Proust con due inediti, quello del Premio Strega Alessandro Piperno e quello della scrittrice kenyana Khadija Abdalla Bajaber, accompagnati dalle letture della Recherche di Laura Morante. Intervengono anche il Premio Biblioteca de Narrativa Colombiana Patricia Engel, lo scrittore greco Petros Markaris e quello statunitense David Leavitt. La performance artistica è curata da Teodora Castellucci/Dewey Dell con Ora stridente di Dewey Dell, la musica live è di Demetrio Castellucci. La quarta serata, martedì 19 luglio, ospita l'inedito del Premio Herralde de Novela Guadalupe Nettel, quello di Arturo Pérez-Reverte, membro della Reale Accademia di Spagna tradotto in più di quaranta lingue, di Valeria Parrella e di Nicolas Dauplé, nipote di Irène Némirovsky e custode delle sue opere. La performance artistica è di Alessandro Sciarroni con Orlando's version e la musica live di Rodrigo D'Erasmo (Afterhours). La serata conclusiva, giovedì 21 luglio, inizia con il racconto della finalista al Man Booker Prize Deborah Levy, prosegue con i racconti di Mircea Cartarescu, pluripremiato e maggiore romanziere di lingua romena, e con i racconti di Ben Pastor, Premio Flaiano 2018. Conclude il Festival il Premio Strega Antonio Scurati. La performance artistica è di Michele di Stefano/mk con Canti dell'immediatezza e la musica live è di Amir El Saffar. Anche quest'anno l'Istituzione Biblioteche di Roma organizza quattro appuntamenti con ospiti internazionali presso Casa delle Letterature in cui gli scrittori presentano i loro ultimi libri: André Aciman lunedì 20 giugno alle 18 presenterà "Idillio sulla High Line" (Guanda 2022), insieme a Sabina Minardi, Matei Vi?niec giovedì 23 giugno alle 18 presenterà "Sindrome da panico nella città dei Lumi" (Voland 2021) con Bruno Mazzoni e Martin van Geertruijden, Lillian Fishman presenterà il suo libro d'esordio "Servirsi" (e/o 2022) martedì 28 giugno alle 18 insieme a Irene Graziosi, Lea Hager Coen presenterà "Matrimonio in cinque atti" (SUR 2022) giovedì 30 giugno alle 18 con Igiaba Scego. Il programma è a cura di Simona Cives, responsabile della Casa delle Letterature delle Biblioteche di Roma, con il contributo di un comitato scientifico composto da protagonisti di grande rilievo del panorama letterario, quali Paolo Di Paolo, Melania Mazzucco, Davide Orecchio, Igiaba Scego e Nadia Terranova. La regia e il coordinamento artistico sono di Fabrizio Arcuri. "Cinque serate dedicate alla grande letteratura italiana e internazionale in uno dei luoghi più belli di Roma, lo Stadio Palatino, sono davvero un privilegio per chi le organizza e per chi le segue dal vivo. 'Tempo Nostro', sarà un'occasione unica per riappropriarci di una dimensione collettiva della letteratura a cui la pandemia, in questi anni, ci ha costretto a rinunciare", ha dichiarato Miguel Gotor, assessore alla Cultura di Roma Capitale. "La ventunesima edizione di Letterature, con un taglio sempre più internazionale, vedrà la presenza di tanti autori premiati e apprezzati dalla critica, alcuni dei quali diventati oggi dei veri e propri 'classici'; altri, più nuovi per il lettore italiano, e che racconteranno, tutti, proustianamente, il tema del tempo come di un tempo ritrovato", ha affermato la curatrice del Festival Simona Cives. "Anche quest'anno il Parco archeologico del Colosseo ospita Letterature - Festival Internazionale di Roma, rinnovando la collaborazione con Roma Capitale. L'Eternità del colle Palatino e la Storia di cui è testimone offrono al Festival il luogo ideale per rappresentare i temi delle cinque serate, un luogo dove l'identità storica, le relazioni tra i popoli, il futuro della nostra memoria, i confini senza barriere e il tempo che tutto trasforma avvolgeranno pubblico e spettatori offrendo un'esperienza culturale totalizzante", ha commentato Alfonsina Russo, direttrice del Parco archeologico del Colosseo. "Il Festival Letterature rappresenta un momento molto importante dell'offerta culturale del sistema Biblioteche di Roma, perché esalta la propria vocazione aperta e inclusiva e guarda senza confini alla ricchezza della cultura. Un luogo simbolico di Roma per eccellenza, il Palatino, diventa la casa di tutti nel segno della grande letteratura", dichiara Vittorio Bo, Commissario straordinario Biblioteche di Roma. La location consente di ospitare fino a 1000 persone, gratuitamente e senza obbligo di prenotazione. Il programma completo è sul sito www.culture.roma.it/festivaldelleletterature e sui social della manifestazione. Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito senza prenotazione fino ad esaurimento posti. Le serate avranno inizio alle 21, con accesso allo Stadio Palatino alle 20.30. Per le quattro conversazioni alla Casa delle Letterature la prenotazione è raccomandata. Letterature Festival Internazionale di Roma è una manifestazione a cura dell'Istituzione Biblioteche di Roma, promossa dall'Assessorato alla Cultura di Roma Capitale, organizzata da Zètema Progetto Cultura, in collaborazione con Parco Archeologico del Colosseo e SIAE-Società Italiana degli Autori ed Editori, sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura e con il patrocinio di AIE-Associazione Italiana Editori, ADEI-Associazione degli Editori Indipendenti e di Instituto Cervantes di Roma, Institut français di Roma, Institut français Centre Saint-Louis-Roma, American Academy in Rome, Ambasciata di Romania in Italia, Accademia di Romania, Ambasciata degli Stati Uniti Messicani, Ambasciata della Repubblica Ellenica. Da quest'anno Rai Cultura è Media Partner della manifestazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli