Jeanine Anez è stata ritenuta colpevole di aver messo in piedi un colpo di Stato ma farà appello

Jeanine Anez
Jeanine Anez

Per il golpe contro Evo Morales del 2019 l’ex presidente della Bolivia  Jeanine Anez è stata condannata a 10 anni. La senatrice poi divenuta capo di stato è stata ritenuta colpevole di aver messo in piedi un colpo di Stato ma lei si professa innocente ed annuncia che farà appello. Il dato giudiziario è che  l’ex presidente ad interim della Bolivia è stata condannata a 10 anni di carcere dal primo tribunale di La Paz.

Ex presidente della Bolivia condannata per golpe

Sul capo della politica del Sud America gravava l’accusa di aver compiuto un colpo di stato contro il suo predecessore di sinistra Evo Morales. Il dispositivo di condanna che ha previsto un verdetto di  “colpevolezza” ha quantificato la pena per la Anez in 10 anni da scontare in un carcere femminile della capitale. Tutto questo è accaduto in punto di Diritto tre mesi dopo l’inizio del processo e 15 mesi dopo l’arresto dell’ex presidente.

Pena per “atti contrari alla Costituzione”

La leader 54enne è stata condannata, come si legge nel capo di imputazione, “per i reati di risoluzioni contrarie alla Costituzione e violazione dei doveri”. Anez però si è difesa strenuamente per mezzo dei suoi avvocati e ha detto che la Corte non ha considerato le prove a suo favore. L’ex presidente ne è certa: “Io non ho mai cercato il potere”. Anez è finita sotto indagine per le sue azioni come senatrice e prima che assumesse la presidenza interinale boliviana il 12 novembre 2019. La politica ha annunciato che presenterà una istanza di ricorso in appello contro la condanna inflitta in queste ore.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli