Jerry Calà rivela: “Non lavoro più perché non odoro di sinistra?”

jerry calà

Jerry Calà, ex protagonista dei migliori film estivi del piccolo schermo degli anni 70 e 80, continua a portare avanti i suoi spettacoli alla Capannina di Forte dei Marmi. Nei suoi show di improvvisazione, l’attore e musicista sale con vigore sul palco, portando alla ribalta in un attimo il ricordo dei momenti cult che lo hanno reso celebre nel periodo d’oro del cinema italiano. Il successo mediatico del cabarettista ebbe inizio con i Gatti di Vicolo Miracoli, ma dopo le su menzionate pellicole della commedia italiana la scintilla si è pian piano spenta. Tuttavia Jerry rimane sempre vivo nel ricordo degli appassionati del genere, anche se la sua professione di attore è stata messa da parte.

Jerry Calà: la denuncia dell’attore

A parte qualche piccola apparizione in tv o al cinema, il nome di Jerry Calà e di fatto pressoché sparito. I titoli di coda o gli elenchi che menzionano i cast dei film di cultura popolare italiana non lo ricordano più. Così l’artista, intervistato di recente da “Il Giornale”, ha tentato di spiegare quali sono secondo lui i motivi di tale allontanamento forzato dalle scene. “Forse perché non odoro di sinistra e non invoglio i registi. Per carità, non è una lamentela, soltanto un’amara considerazione”, ha dunque precisato l’attore. Negli ultimi tempi lo stesso Jerry Calà aveva reso noto la propria vicinanza al governo Lega-Movimento 5 Stelle. Il tutto era stato precisato in un tweet che si scagliava contro i governi precedenti, condiviso anche da Luigi Di Maio sui suoi profili social.