Jesolo, vu cumprà aggredisce un vigile con calci e pugni

Jesolo

Un vigile urbano è stato aggredito da un vu cumprà senegalese sulle spiagge di Jesolo. L’aggressore pare faccia pare di un gruppo considerato “violento” e già monitorato dalla Municipale.

Jesolo, vu cumprà aggredisce vigile

Erano circa le 9 di mattina di lunedì 5 agosto 2019. I numerosissimi turisti già si avvivano tra le fila di ombrelloni, pronti a godersi quella che si presumeva essere una tranquilla e calda giornata di mare. Al contrario, nei pressi di via Levantina, qualche metro prima degli ingressi che portano alla spiaggia, si è sollevata la tensione. I vigili urbani, coordinati dal comandante Claudio Vanin, sono intervenuti contro un gruppo di vu cumprà senegalesi. La “banda”, infatti, è già nota ai vigili per aver agito in modo violento. L’obiettivo pare fosse quello di tutelare il loro business in nero. Quando i vigili hanno fermato uno dei venditori abusivi, il gruppo ha reagito con la forza. Uno d loro, in particolare, si è scagliato violentemente contro un vigile urbano. Immediato l’intervento degli altri vigili, che hanno difeso il collega colpito con calci e pugni. Fermato il venditore abusivo e subito hanno prestato soccorso al collega.

Sfortunatamente però, come ricordato da Il Giornale, in diverse spiagge italiane i vigili urbani vengono aggrediti da alcuni venditori abusivi. Da qui la decisione di far proseguire anche durante l’estate 2019 l’operazione “spiagge sicure” voluta da Matteo Salvini. Apportando un maggior controllo sul territorio, l’obiettivo è quello di frenare il business dei venditori abusivi. Lo ha ribadito lo stesso vicepremier leghista nel corso di un un suo recente comizio a Cervia. “Comprare italiano è un atto politico. Si può stare qualche giorno sotto l’ombrellone, grazie a spiagge sicure, senza diciotto vu cumprà che ti rompono le palle tutto il giorno”, ha dichiarato.