Jessica Alves sempre più inarrestabile nella transizione verso la femminilità

·1 minuto per la lettura
rodrigo jessica alves
rodrigo jessica alves

Da qualche tempo Rodrigo Alves ha intrapreso un percorso molto particolare, che dal popolare Ken umano lo ha portato a voler diventare donna, cambiando il suo nome in Jessica. Stereotipando le note bambole dalla Mattel, dopo ben 75 interventi il 37enne brasiliano-britannico pare aver completato la sua transizione, restando comunque uno dei personaggi più discussi degli ultimi anni.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Jessica Alves: i radicali cambiamenti

Dopo le numerose operazioni estetiche per diventare la copia della Barbie, Rodrigo/Ken/Jessica ha stravolto il proprio aspetto, mettendo a volte in serio pericolo la sua stessa vita. Tra i tanti rimaneggiamenti ricordiamo il trattamento intensivo antirughe, le operazioni al setto nasale, la liposuzione a corpo, gambe e mandibola… E ancora: le protesi ai pettorali e agli addominali, gli interventi per tonificare le braccia e il trapianto di capelli.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Di recente, la neo Jessica Alves ha persino espresso il desiderio di diventare mamma. Pronta dunque a fare ancora ampiamente discutere, sui social ha tuttavia tolto la possibilità agli utenti di commentare le sue foto. Troppi sono stati infatti gli insulti ricevuti dalla popolarità britannica, molto spesso ospite dei salotti di Barbara D’Urso nonché ex concorrente del Grande Fratello. A Live – Non è la D’Urso la stessa Jessica era stata ripresa dal chirurgo Pietro Lorenzetti, al quale aveva ribattuto di non essere un mostro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli